Oggi abbiamo iniziato a fare sul serio

04 Dic Oggi abbiamo iniziato a fare sul serio

Ieri abbiamo visto come usare Photoscan e Zephyr per elaborare set di immagini o video digitali e creare un modello 3D metricamente corretto e a colori reali.

Oggi siamo andati al Santuario di Santa Maria della Rotonda di Albano Laziale, dove, grazie alla collaborazione del Direttore del Museo Diocesano dott. Roberto Libera, abbiamo potuto rilevare alcune epigrafi e alcuni bassorilievi.

Il Santuario ha una storia molto particolare, in quanto occupa un antico edificio circolare di costruzione romana risalente al I secolo, probabilmente un ninfeo o un tempio, ricollegabile alla villa di Domiziano a Castel Gandolfo; l’edificio venne in seguito convertito ad uso cristiano all’epoca di Costantino il Grande o nel periodo tra il IX e l’XI secolo.

L’acquisizione delle immagini sul campo è ovviamente tutt’altra cosa che esercitarsi su dataset già pronti. Sul campo ci si scontra con i problemi reali: la mancanza di luce (che non basta mai!), il cavalletto che non è mai abbastanza alto, le batterie della fotocamera che si scaricano troppo in fretta, la difficoltà di fotografare dalle giuste angolazioni oggetti che non possono essere spostati…

L’attività sul campo è però fondamentale proprio per capire in prima persona queste problematiche e imparare a programmare in modo adeguato la campagna di rilievo.

Abbiamo rilevato molti oggetti, alcuni semplici e altri piuttosto complessi e siamo tornati con in tasca diverse centinaia di fotografie… nei prossimi giorni li daremo in pasto ai nostri computer e vedremo quali saranno i risultati.

Se siete curiosi quanto noi di vedere i risultati…. continuate a seguirci!

 

3 Comments

Post A Comment