Iniziamo a stampare in 3D: ecco cosa abbiamo sperimentato

12 Feb Iniziamo a stampare in 3D: ecco cosa abbiamo sperimentato

Anche il corso di Modellazione 3D con Blender è finito; ora è la volta dei laboratori di stampa 3D. Il primo laboratorio è dedicato alla stampa 3D FFF (o FDM).

Grazie ai nostri partner tecnici abbiamo a disposizione per tutta la durata della Scuola due stampanti FFF: una Sharebot KIWI e una WASP Delta 20 40.

Innazitutto, abbiamo visto come funzionano, quali accortezze è necessario avere e quali sono i principali problemi che generalmente si incontrano nelle fasi di stampa.

Abbiamo parlato di tutti (o quasi) i materiali che sono oggi a disposizione – considerando che ne escono di nuovi ogni giorno! Ma soprattutto ne abbiamo provati alcuni molto interessanti.

Abbiamo provato il classico PLA, ma anche filamenti caricati a fibre di legno (corkFill) e polvere di  bronzo (bronzeFill) di Colorfabb, ma in particolare abbiamo provato i materiali misti a polveri prodotto da TreeD Filaments e particolarmente adatti per le applicazioni nel campo dei Beni Culturali: Monumental, Sandy, Clay, Heritage Brick.

Usando il software di slicing Cura abbiamo sperimentato stampe con impostazioni differenti in modo da avere i settaggi precisi per poter stampare questi materiali con le stampanti a disposizione: non sempre è facile infatti impostare la temeperatura e la velocità giusta per evitare problemi di warping, oozing o di cracking. E queste sono impostazioni che si scoprono solo provando… e provando…. e provando….

Ecco alcune foto delle giornate di laboratorio, a breve il report completo su Stampa 3D Forum.

Nel frattempo potete leggere i report dei corsi precedenti!

No Comments

Post A Comment